Simone D’Amico a Pescara con la mostra “Sogni”

Simone D’Amico a Pescara con la mostra “Sogni”

Fino a a domenica 28 gennaio, nella sala espositiva del Museo delle Genti dAbruzzo in via delle Caserme a Pescara, si terrà la mostra personale Sogni di Simone DAmico.



La collezione è sinonimo di un grande dinamismo e attenzione e cura nei dettagli che negli anni ha tratto ispirazione da artisti di tutte le epoche e di tutti i movimenti artistici, filtrandoli attraverso il proprio mondo interiore e l’esperienza quotidiana. Lartista abruzzese ha esplorato anche altri generi, come la scultura e il disegno, e ha sempre un approccio originale alla materia.

Simone D’Amico, biografia

Simone D’Amico è nato il 10 giugno 1971 a Sulmona. Fin da piccolo sviluppa un forte stile artistico da autodidatta, ispirandosi ad artisti e movimenti artistici di tutte le epoche. Dopo la scultura e il disegno, ha trovato nella pittura un linguaggio privilegiato per comunicare la sua arte. I colori vivaci e brillanti delle sue opere danno vita a dipinti astratti basati su esperienze profonde; il suo lavoro è espressione della vita, dei momenti quotidiani, dei ricordi e delle emozioni scatenate dal dinamismo della realtà.

Da molti anni Simone D’Amico partecipa a mostre d’arte collettive nei più importanti centri culturali d’Italia, ma negli ultimi anni predilige le mostre personali che accompagnano lo spettatore in un viaggio nel proprio mondo emotivo. Simone D’Amico è un artista che non ama rappresentare la realtà secondo i canoni artistici tradizionali. Nelle sue tele, anche il corpo è spesso caratterizzato da estremi. Questo perché tutto deve essere il più chiaro possibile sul messaggio che la pittrice vuole trasmettere e sulle emozioni che vuole condividere.


***

Ogni opera inizia sempre con uno schizzo dei personaggi principali disegnato su carta. Questi schizzi si sviluppano poi in opere con diversi supporti (tela, legno, pietra, manichino), ma sempre in acrilico. La scelta dell’acrilico, non a caso, trasmette un messaggio di immediatezza, di essere qui e ora. Gli acrilici si asciugano rapidamente, consentendo un ritocco immediato e un’adesione ottimale al supporto, e allo stesso tempo permettono di essere audaci e comunicativi con pennellate leggere e sottili e allo stesso tempo di esagerare i volumi.

Tutto questo aiuta a trasmettere il momento e a fissare le emozioni nel tempo. Simone D’Amico si caratterizza per il suo modo personale di esprimere gli occhi e lo sguardo. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, non è l’occhio giudicante a essere rappresentato nelle sue opere, ma gli occhi di una persona in cerca di una risposta. Infine, Simone D’Amico crede nella soggettività dell’arte e la lascia completamente aperta all’interpretazione dello spettatore. La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 e il sabato e la domenica dalle 16:00 alle 20:00.

Simone D'amico